SEQUENZA APPENNINO LIGURE PDF Stampa E-mail
Giovedi 20 Ottobre 2011 09:52
Share

5 marzo 2012

M 4.2

A distanza di 4 mesi e mezzo nuova fase della sequenza iniziata nell'ottobre 2011 localizzata nell'appennino ligure.

Alle 16.15 locali è occorso un nuovo forte evento pari a magnitudo 4.2 con medesimo epicentro tra Rezzoaglio e Santo Stefano d'Aveto.

Il sisma è stato avvertito in molte zone della liguria di levante, della versilia e dell'Emilia.

Fino a questo momento unica replica di M 2.9 alle 17.32

_______________________________________________________________________________

 

 

Alle ore 08.09 di oggi 20 ottobre 2011 la zona dell'appennino ligure, ricompresa tra i comuni di Rezzoaglio e Santo Stefano d'Aveto, è stata sede di un consistente sciame sismico, con due eventi di Magnitudo Locale 4.08 (Mw 4.2, profondità 10km) alle ore 08.10 e 08.11 (preceduti da M 3.0).

Tali eventi sono stati distintitamente avvertiti in tutto il comprensorio montano ligure, emiliano e lombardo di confine, nonchè nel capoluogo e nella fascia costiera da Genova a Viareggio.

Non si segnalano danni a persone o cose.

In totale, fino a questo momento le scosse sono state 12, con aftershock massimo di M 3.4 alle 08.16.

Gli eventi odierni fanno parte di una squenza iniziata già da quasi due mesi. La zona in questione è classificata a moderata - bassa sismicità.

L'analisi del meccanismo focale dell'evento, indica che lo stesso è stato originato da una faglia compressiva (thrust) nordovest/sudest, compatibile quindi con la tettonica dell'appennino ligure e di altri accadimenti anteriori.

Ultimo aggiornamento Lunedi 05 Marzo 2012 19:18
 
APPENNINO PARMENSE PDF Stampa E-mail
Share

Alle ore 15.17 è stato registrato un evento sismico di magnitudo 3.8 il cui epicentro è da individuarsi nell'appennino parmense.

Località più vicine sono i comuni di Calestano, Langhirano, Felino e Fornovo.

L'evento, anche in ragione dell'ipocentro elevato (20km) è stato avvertito in quasi tutta la provincia di Parma ed in altre zone tra Emilia e Toscana.

E' stato rpeceduto ad un 2.7 alle 15.01 e seguito da uno sciame di oltre 90 eventi fono ad ora con M max  3.3  alle ore 16.24 del 9 settembre ed alle ore 19.28 del 10 settembre

Sciame ripreso il 17 settembre con eventi di M 3.1 e 3.0

Non si segnala alcun danno a persone o cose.

Il meccanismo focale dell'evento più forte indica la presenza di una faglia di tipo compresivo (Thrust).

 

ELENCO COMPLETO SEQUENZA

Per motivi pratici, considerato l'alto numero di eventi, non verrà inviato il bollettino sismico I.E.S.N. agli iscirtti i quali potranno prendere visione della sequenza dal link soprastante.

Ultimo aggiornamento Sabato 17 Settembre 2011 17:00
 
TERREMOTO PIEMONTE PDF Stampa E-mail
Share

Alle 14.31 di oggi 25 luglio è stato registrato un evento sismico con magnitudo ML pari a 4.38.

L'epicentro è stato individuato nella val Chisone, in provincia di Torino, tra i comuni di Perosa Argentina, Villar Perosa, Pinasca ed è stato ben avvertito in moltissime zone del Piemonte e della Valle d'Aosta.

Ipocentro a 25 km di profondità.

Storicamente, l'evento più forte è avvenuto nel marzo 1753 con un'intensità M 5.3.

 
Evento Pianura Padana. PDF Stampa E-mail
Share

Alle ore 20.30 del 17/07/2011 registrato forte evento sismico di M 4.7 localizzato tra Ferrara e Verona.

I comuni più vicini all'epicentro sono: Castelmassa, Sermide, Castelnuovo Bariano, Bergantino, sulla sponda sinistra del Po.

Il sisma, preceduto da un foreshock di M3.1 alle 20.22, è stato avvertito in molte zone dell'Italia centro settentrionale tra cui Milano, Bologna, Verona, Bergamo, Como, Trento, Trieste, Firenze, Rimini, Viareggio, La Spezia.

Al momento non si segnalano danni alle strutture. Per motivi precauzionali è stata brevemente interrotta la circolazione sulla ferrovia Bologna-Verona onde consentire i dovuti accertamenti.

Storicamente nell'area interessata non sono stati censiti terremoti di simile energia.

Il meccanismo tettonico che ha generato l'evento è di tipo compressivo (thrust) con direzione est-ovest.

Repliche alle ore 20.38 di M 2.8 ed alle ore 21.22 di M 2.3

27 LUGLIO: ALLE ORE 03.13 EVENTO PARI A M 3.08 - ore 03.21 M 2.1 ore 10.37 M 2.22

 
Rieti M 3.6 PDF Stampa E-mail
Share

Ore 11.55 registrato evento sismcio pari a magnitudo locale 3.66 con epicentro nel Lazio, bacino di Riet,i tra i comuni di Colli al Velino, Greccio, Contigliano.

La scossa è stata avvertita in tutto il comprensorio reatino ed anche nel ternano.

Alle ore 05.38 vi era stato altro evento di Ml 2.8

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successivo > Fine >>

Pagina 10 di 13

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto i cookies da questo sito.