Benvenuto nel Portale I.E.S.N.
. PDF Stampa E-mail
Share

SEQUENZA UMBRO - MARCHIGIANA

 

 

Seguici costantemente sul nostro gruppo facebook https://www.facebook.com/groups/180691421948387/?ref=bookmarks


aggiornamenti in tempo reale, discussioni, analisi scientifiche ed ogni informazione utile.

 

 
SISMO REPORT PDF Stampa E-mail
Share

E' stato attivato in via sperimentale il nuovo servizio "SISMO REPORT", costituito da una pagina interattiva che mostrerà tutti gli eventi sismici nazionali registrati dalla nostra rete nelle ultime 36 ore e dell'ultimo registrato in ordine di tempo.

Puntando il mouse sul pin, verrà visualizzata l'informazione relativa all'evento. La grandezza del pin è direttamente proporzionale alla magnitudo ed il diversi colori (marrone > viola) indicano la profondità (da 0 a >100 km). La pagina viene aggiornata ogni 5 minuti.

Si avvertono gli utenti che allo stato potrebbe verificarsi una certa lentezza nel caricare la mappa a seconda anche della velocità di connessione utilizzata. Il servizio allo stato potrebbe ancora subire interruzioni o malfunzionamenti.

Avvertenza: le localizzazioni sono preliminari e soggette a successiva rivalutazione manuale.

Sismicità italiana: cliccare sull'immagine per accedere alla mappa aggiornata.

SISMO REPORT

 

Ultimo evento sismico: cliccare sull'immagine per accedere alla mappa aggiornata.

Ultimo evento sismico

>>> Parametri localizzazione evento (clicca qui)

 
SEQUENZA IN PROVINCIA DI FIRENZE PDF Stampa E-mail
Share

Dal 19 dicembre 2014 si è attivata una sequenza sismica, nella zona del Chianti, in provincia di Firenze.

Sono stati registrati fino ad 'ora circa 280 eventi, localizzati tra i comuni di Greve in Chianti, Mercatale e San Casciano in Val di Pesa.

Al momento, le maggiori magnitudo sono state raggiunte alle ore (utc) 00.09 M 3.53, 09.39 M 3.80, 10.28 Mw 4.3, 10.33 M 3, 12.09 M 3.26. 13.21 M 3.08, 18.37 M 3.43, 22.38 M 3.0,  >>>20 dicembre,  04.07 M 3.55, 04.09 M 3.0, 04.56 M 3.12,

Le tre più forti scosse sono state nettamente avvertite in tutto il circondario di Firenze e nelle province di Siena, Arezzo e Pisa.

Non si segnalano particolari danni a persone o cose, anche se, per precauzione, molte scuole hanno interrotto le lezioni degli studenti.

La fonte sismogenetica individuata è una struttura di tipo trascorrente (laterale) orientata all'incirca nnw/sse e le profondità ipocentrali sono comprese nel range 6-10 km.

Sede di bassa sismicità, la zona, storicamente, non annovera alcun evento particolarmente forte.


E' bene chiarire, a scanso delle notizie circolate nelle ultime ore soprattutto nel Web, che l'odierno episodio sismico nulla ha a che  vedere con il noto e rilevante terremoto che colpì Firenze nel 1895, attribuibile invece ad una sorgente sismica situata a nord della città e men che meno con altri, del secolo successivo, avvenuti nel Mugello

 





 
RETE SISMICA BASILICATA PDF Stampa E-mail
Share

Grazie al preziosissimo e continuo lavoro della Protezione Civile Gruppo Lucano, la Basilicata si è da tempo dotata di una rete (oltre a quelle istituzionali) formata al momento da 8 stazioni sismiche, facenti parte, a livello nazionale, del network I.ES.N.

Tutte le stazioni sono dotate di strumentazione professionale automatizzata, con sensori traissiali, digitalizzazione a 24 bit, temporizzazione via Gps e collegamento tci/ip, con memorizzazione dei dati in continua.

L'assissistenza viene curata per ogni singolo sito dai locali gruppi di Protezione Civile.

Da oggi 1 novembre 2013, sono state attivate due nuove stazioni sismiche, nei comuni di Calvello e Balvano. Si intensifica quindi la maglia di monitoraggio, soprattutto in prossimità delle maggiori strutture sismogenetiche attive e capaci di eventi potenzialmente distruttivi.

A breve la I.E.S.N. svilupperà, tramite apposito software, un bollettino sismico ad hoc regionale, con tutti i parametri tecnico-scientifici degli eventi registrati.

Particolare valore riveste la presenza delle stazioni in questo momento per un migliore monitoraggio della sequenza in atto nella zona del Monte Pollino.

 
RETE SISMICA DEL SANNIO PDF Stampa E-mail
Share


Il monitoraggio sismico nazionale della I.E.S.N. si è arricchito di nuove importanti stazioni, grazie al rapporto di amicizia e collaborazione con l'Osservatorio Sismico Luigi Palmieri di Pesco Sannita (Bn).

 

Sette stazioni dislocate nel Sannio beneventano, dotate di strumentazione ad alta tecnologia, direttamente telemetrate in tempo reale sia al centro funzionale di Pesco Sannita che a quello della I.E.S.N. per una lettura e localizzazione immediata degli eventi.

 

 

Torrecuso -   Baselice -   Airola -   Buonalbergo -   Faicchio -   Pannarano -   Pesco Sannita e prossimamente altre 2 siti per un'analisi costante e professionale delle strutture sismogenetiche dell'area beneventana e dell'alta Irpinia, considerate ad altissimo rischio sismico.

Tutto cò, con il costante e determinato impegno, ormai trentennale, del famoso Osservatorio e del locale Gruppo di Protezione Civile, a cui va il nostro più sentito ringraziamento e l'augurio di buon lavoro.

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Successivo > Fine >>

Pagina 1 di 14

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto i cookies da questo sito.